A cura del Dott. Gobbi Vittorio e Dott. Crestani Alferio.

Uno sguardo sull’arte del ‘900 Italiano.

24 novembre 2018

La giornata piovosa non ha certo rovinato la bella atmosfera creatasi tra i Soci  e gli amici partecipanti. Freddo pungente all’arrivo a Rovereto ma avvisaglie di cielo sereno. Quattro passi per raggiungere il museo di arte moderna e contemporanea: la splendida architettura di Mario Botta e l’incontro con una guida simpatica e coinvolgente, ci hanno introdotto alla figura di Margherita Sarfatti, vulcanica ispiratrice di vivaci movimenti culturali ed artistici tra i quali maturavano, ad inizio secolo, i germi del futurismo. La mostra, spaziando dai documenti alle opere degli artisti che coinvolse nel “gruppo del Novecento”, dal rapporto con Mussolini, dalla sua biografia, il best seller DUX,  all’abbandono del dittatore dopo la promulgazione delle leggi razziali, ci ha mostrato una donna di grande forza e personalità che, grazie anche alla sua padronanza delle lingue, ha potuto far apprezzare nel mondo la cultura ed in particolare la pittura italiana di quegli anni.

Il Mart ci ha consentito di apprezzare poi i gioielli delle sue collezioni permanenti, ricche di opere di celeberrimi artisti (tra gli altri De Chirico, Sironi, Carrà, Casorati), ed infine una mostra estemporanea che ha turbato non poco chi si è avventurato ad “esplorarla”.

Gli spiriti si sono ancor più rinfrancati grazie alle gustose pietanze e ai generosi vini dell’Azienda “de Tarczal”, la visita della cantina e gli acquisti del nettare trentino…

A completamento del percorso culturale abbiamo goduto delle coloratissime opere di Fortunato Depero, profeta in patria, nello spazio offerto e da lui stesso allestito in un palazzo, la “Casa d’arte futurista”, nel cuore di Rovereto.

Prima del viaggio di ritorno abbiamo potuto immergerci nell’atmosfera delle imminenti festività tra le bancarelle del mercatino di Natale.

 

 

 

 

 

 

 

24 Novembre 2018 – La tradizionale gita autunnale dell’AIB a ROVERETO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *